Zenzero, tutte le proprietà benefiche riconosciute dalla medicina

zenzero

Quando si parla di alimenti vantaggiosi per la nostra salute, è facile lasciarsi trasportare dalle tantissime proprietà benefiche dello zenzero, un ingrediente che contiene più di 400 composti chimici tra cui il gingerolo, responsabile della maggior parte degli aspetti positivi che sono indotti dalla radice.

Ma quali sono le proprietà benefiche riconosciute dagli studi di medicina sullo zenzero? Per fare il punto almeno sui principali lo abbiamo chiesto agli esperti di www.inran.it, punto di riferimento per l’informazione medica online.

Allevia il dolore allo stomaco

I composti chimici contenuti nello zenzero sono ritenuti in grado di alleviare il dolore allo stomaco e di aiutare la digestione.

Si tratta di vantaggi ben confermati dalla ricerca moderna, che ha trovato prove della validità dello zenzero. Non è un caso che la radice sia stata a lungo usata come rimedio per alleviare la nausea mattutina durante la gravidanza ma… la sua capacità di aiutare a fronteggiare efficacemente i problemi di stomaco va oltre la gravidanza. Lo zenzero può infatti aiutare ad alleviare la nausea e il vomito dopo gli interventi chirurgici, e nelle persone che si stanno sottoponendo a chemioterapia.

Mangiare zenzero può inoltre migliorare i sintomi dell’indigestione aiutando lo stomaco a svuotarsi più velocemente.

Riduce l’infiammazione

Lo zenzero viene talvolta assunto come integratore per l’artrite reumatoide e l’osteoartrite (due condizioni dolorose che causano danni alle articolazioni). Poiché lo zenzero è un antinfiammatorio, può dunque essere in grado di alleviare i dolori articolari dovuti all’infiammazione da artrite.

Abbassa lo zucchero nel sangue

L’aggiunta di zenzero alla propria dieta potrebbe aiutare a migliorare i livelli di zucchero nel sangue e ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. In uno studio su persone con diabete di tipo 2, i ricercatori hanno infatti scoperto che coloro che hanno preso 1600 milligrammi (mg) di polvere di zenzero per 12 settimane avevano migliorato la sensibilità all’insulina, abbassato i trigliceridi e abbassato il colesterolo totale rispetto al gruppo di controllo. Un altro studio ha trovato che 2 g di supplemento di zenzero in polvere al giorno hanno abbassato significativamente la glicemia a digiuno nelle persone con diabete di tipo 2.

Riduce il rischio di cancro

La radice potrebbe essere un’arma potente nella lotta contro il cancro. I ricercatori hanno infatti scoperto che il gingerolo (il più noto composto attivo nello zenzero) ha la capacità di contrastare il cancro. Vale a dire, può aiutare nella prevenzione e nel trattamento dei tumori gastrointestinali grazie probabilmente al suo alto contenuto di antiossidanti.

Allevia i dolori mestruali

Quando si tratta di dolore mestruale, lo zenzero potrebbe in realtà dare una mano per contenere ogni disagio. Un recente studio ha scoperto che le donne che hanno preso 250 mg capsule di zenzero quattro volte al giorno avevano lo stesso sollievo dal dolore di quelle che avevano preso 250 mg di acido mefenamico o 400 mg di ibuprofene capsule di ibuprofene quattro volte al giorno.

Contiene il rischio di raffreddore

Spesso pensiamo al succo d’arancia come alla bevanda da bere per evitare il raffreddore, ma il succo di zenzero fresco può essere una scelta addirittura migliore! La radice ha un effetto riscaldante, che si ritiene possa aiutare con i sintomi del raffreddore. Bere zenzero può dunque tenere il nostro corpo al caldo, aiutando a incrementare la temperatura, sudare e, dunque, liberarsi delle infezioni. Oltre a quanto sopra, ricordiamo che il gingerolo potrebbe aiutare a prevenire le infezioni e, in particolare, quelle che afferiscono le vie respiratorie.

Come includere lo zenzero nella propria dieta

Considerato che ci sono tanti modi diversi per gustare lo zenzero – dal sorseggiare il tè all’incorporarlo nel piatto principale, non dovresti avere fatica nell’includere questo alimento nella tua dieta.

Puoi dunque usare lo zenzero per condire carne e pesce, patatine fritte di “ispirazione” asiatica, insalate fatte in casa, zuppe, frullati, piatti a base di patate dolci e carote, tè (basta far bollire in acqua calda, o aggiungere limone e un po’ di zucchero), dolci al forno e tanto altro ancora. A te la scelta!

Biografia isan