Dalla padella… all’impastatrice a spirale!

“Cucinare è come amare… o ci si abbandona completamente o si rinuncia.” ~ Harriet Van Horne

L’amore per la buona cucina è una passione sana in grado di conquistare uomini e donne senza alcun tipo di distinzione sociale o culturale, seducendo i sensi con autentiche delizie per il palato. Antipasti, primi piatti, pietanze dolci e salate, antipasti più o memo elaborati, un universo di gusti e ricette da scoprire che sanno come farsi ricordare una volta assaggiate al tavolo di un ristorante o a casa di amici particolarmente portati per la cucina.

A fare scattare la scintilla è spesso il particolare successo di una portata. Può capitare anche per un piatto tradizionale, che conoscevamo da tempo: a colpirci è la perfetta riuscita di una delicata alchimia frutto di ingredienti, spezie, abbinamenti, attenti accorgimenti nella preparazione e nei tempi di cottura, gli strumenti utilizzati nel loro allestimento. Affascinati da questo “delizioso mistero” i veri amanti della cucina non rimangono certo con le mani in mano: nasce la voglia di cercare, sperimentare, cimentarsi in prima persona, indagare per capire e provare l’inappagabile soddisfazione riuscire nella medesima impresa, e perfezionare la propria cucina ad ogni tentativo. Il mondo non è popolato di soli cuochi professionisti, nati “con una cazzaruola in capo”. Come sottolineava Pellegrino Artusi, storico gastronomo italiano, a volte basta la passione, l’attenzione, l’utilizzo di strumenti appropriati e ingredienti di prima scelta.

Da un’esperienza diretta maturata grazie ai contatti sulla rete e un dialogo aperto con i clienti che si rivolgono alla nostra società (che opera a stretto contatto con il mondo della cucina) abbiamo potuto osservare come persone comuni, attratte da questa passione, abbiano trasformato nel tempo un semplice hobby in una vera e propria avventura professionale, dove la voglia di rischiare e mettersi alla prova sono state superate soltanto dal piacere irrefrenabile di dare una chance alle proprie ambizioni, sovente rischiando. Et voilà: il sogno è servito. Non necessariamente il primo passo è quello di partire dall’apertura di un ristorante. Un istinto cauto e razionale suggerisce di procedere per gradi. Nascono così piccole pizzerie, bar e locali notturni, spesso anche semplici attività che partono facendo leva sull’esotico Kebab. A ciascuno il suo. “Different strokes for different folks”, come recitava la canzone.

La passione che diventa professione non è una rarità. La nostra società si occupa principalmente della vendita di apparecchiature professionali per la cucina, e queste dinamiche sono sotto i nostri occhi da tempo. Le richieste di aiuto che ci vengono rivolte per la scelta e l’acquisto di macchinari da cucina per l’apertura di nuove attività impegnano le nostre risorse in modo sempre maggiore, consigliando e proponendo offerte commisurate alle richieste dei nostri nuovi clienti.

Lavorando nel settore siamo i primi a essere conquistati dal mondo della cucina e riversiamo la nostra passione in uno spazio social, dove invitiamo e coinvolgiamo gli appassionati a discutere di ricette e buona tavola.

Vedere la passione dei nostri “compagni di ricette” maturare fino a compiere il “grande passo” aprendo un piccolo locale ci riempie sempre di orgoglio. Pronti a offrire ogni tipo di aiuto con la nostra consulenza nella scelta degli strumenti più indicati, a loro va il nostro augurio di una carriera di successo. Chi può sapere dove finiscono i sogni? Dalla padella… a un’impastatrice a spirale il passo è breve! Chissà: dategli tempo e il piccolo angolo del kebab potrebbe diventare il salone di un rinomato ristorante alla moda.


Questo articolo ci è stato donato da CiaoChef, un’azienda specializzata nella vendita di macchine per la ristorazione professionali. Puoi visitare il sito ufficiale oppure diventare fan su Facebook.