Strudel di mele: si parte

Strudel di meleQuale miglior inizio di questa nuova sezione, se non con una portata di Strudel di Mele? Chiudete per un attimo gli occhi e lasciatevi trasportare dalla fantasia: Sono convinto che state immaginando il profumo della pasta frolla e l’aroma delle mele cotte con l’uvetta. Magari vi siete già immersi in un panorama montano: un piccolo rifugio tirolese apres ski.

Ma sapete che lo strudel non ha nulla a che vedere con il tirolo? Ebbene la ricetta originale è addirittura turca, come ci insegnano i ragazzi di Cook Around. Il suo nome era Baclava. Fu solo dopo la fusione delle culture gastronomiche ungheresi e ottomane che il gustoso dessert divento appunto Strudel: con l’aggiunta delle mele conquisto il primato di dolce più ambito di Vienna. Un dolce con una grande storia: circa 200 anni, dal 1500 al 1700.

Oggi la fantasia degli chef non si pone limiti: andiamo dallo strudel di fichi a quello di pere, dallo strudel di verdure a quello salato. L’avete mai assaggiato lo strudel al cotechino? Io si, a capodanno: una vera delizia: brava Mara e bravo Claudio.

Se lo strudel di mele è il padrone incontrastato della classifica delle ricerche dal 16 al 22 gennaio 2011, lo seguono a ruota: orata al sale, marmellata di castagne, biscotti senza uovo, ricetta bimby mascarpone e come cucinare istrice.

Alla prossima settimana con il consueto “buon appetito”, da Ricette 2.0.

foto quoquo