Perchè iscriversi a Ricette 2.0?

Una nuova foodblogger, appena iscritta a Ricette 2.0, ci ha rivolto una curiosa domanda: “che benefici ne trae il mio blog”. Dopo averle risposto abbiamo deciso che poteva essere una esperienza interessante condividere tale risposta “ufficialissima” con tutti voi.

E se ti giro io la domanda “come mai ti sei registrata?”😉

Ricette 2.0 offre la possibilità di avere una nuova vetrina per il tuo blog:
  • le tue ricette diventano ricercabili da www.ricette20.it (anche tramite l’extension di chrome)
  • le tue ricette appaiono in homepage (per un breve periodo vista la frequenza delle ricette inserite)
  • le tue ricette vengono twittate automaticamente a tutti i lettori di @ricette20
  • tramite la newsletter tecnica si possono ricevere offerte e opportunità per il proprio blog (mai spam)
Altro non mi sovviene 🙂

Siamo stati convincenti? In realtà qualche passo forse lo abbiamo dimenticato. Ora vi condivideremo l’iter della partecipazione a Ricette 2.0.

Il food blogger si registra al servizio compilando l’apposito modulo. Dopo la verifica redazionale che il sito rispetti le linee guida (monotematico, italiano, …) il sito viene immediatamente aggiunto tra i siti ricercabili dal motore, con le categorie indicate. Viene quindi inserito il feed rss all’interno dell’aggregatore di feed e partono le segnalazioni sui social network, principalmente Twitter e Facebook, in attesa che Google Plus apra alle aziende (se sopravvive!).

Se il food blogger ha fornito anche un account twitter o facebook, l’account viene citato/taggato nel messaggio di benvenuto, dando subito una prima vetrina di visibilità e possibilità di creare un thread di discussione incentrato sul proprio “food core business”.

Finità qui? Direi di no. Nell’email in cui ringraziamo per la registrazione è subito disponibile il link per l’intervista, uno dei più forti veicoli promozionali degli ultimi tempi, dopo lo sbarco sulla terra del famigerato Panda! Periodicamente pubblichiamo una nuova intervista e la promuoviamo sui social network. Gli stessi commenti dell’intervista possono essere rimbalzati sui social network, creando una fortissima eco di visibilità all’intervistato.

Infine la nostra newsletter tecnica: mezzo migliaio (dato attuale) di food blogger che possono essere raggiunti con una semplice email. Proposte, idee, consigli, … un monitor dell’attività food 2.0 fatto dalla nostra redazione a disposizione SOLO degli iscritti: non è male secondo noi.

Cosa manca? A questo punto ditecelo voi: cercheremo di accontentarvi per la prossima cena.

foto di mjmemm