Rosalinda di “Mangiamoci su”

Blog di cucina: come ti è nata questa idea?

La cucina mi ha sempre incuriosita. Da bambina osservavo mia madre cucinare e mi ricordo, ad esempio, che quando preparava i biscotti per Natale o Pasqua mi dava una pallina di pasta, io creavo una bambolina che poi decoravo con i confettini colorati.
Prima di sposarmi, però, non avevo proprio idea di come si accendesse un fornello e di come si mettesse l’acqua per la pasta, anzi la cosa ancor più ridicola è che dicevo a mio marito che una volta sposati avrebbe mangiato “4 salti in padella” ogni santo giorno.
Una volta sposata, è scattata in me una voglia di imparare a mettermi ai fornelli, vuoi perchè ero rimasta senza lavoro, vuoi perchè a causa del lavoro di mio marito ero quasi sempre sola e per di più in una nuova città. Provavo, quindi, a cimentarmi in ricette viste su internet però modificandole, mettendoci un pò di mio.
Così una volta assodato (grazie ai giudizi di mio marito) che avevo imparato a cucinare, mi sono detta: “perchè non far assaggiare agli altri o condividere quello che cucino ?”…ecco nata l’idea del blog.
Ho scelto di chiamarlo “Mangiamoci su” perchè quando tutto va storto, cosa c’è di meglio che consolarsi con un bel piatto di pasta o di un dolcetto? Va tutto storto? ma sì…mangiamoci su!!!

Quali i requisiti per essere un buon sito di ricette?

Penso che un sito di ricette debba essere chiaro, semplice e accessibile a tutti ma che allo stesso tempo però deve catturare l’attenzione di chi ci passa. Le ricette che posto sono quelle che preparo per i miei cari, che ci tramandiamo in famiglia, che sbircio sulle riviste o che ci suggeriamo tra amiche, sono realmente quelle di casa mia e quindi il mio blog rispecchia la semplicità e la genuinità di ciò che c’è scritto. Non mi piacciono particolarmente i siti incomprensibili o dove si trovano ricette improponibili che in casa nessuno farebbe mai.

Prova del cuoco: ci inviti tutti a cena

Per una bella cena innanzitutto è fondamentale l’armonia tra i commensali. Odio poi la gente troppo schizzinosa. Per quanto riguarda cosa servire ai miei ospiti opterei per una bella cena a base di pesce (che poi è la base della cucina della mia città) partendo con degli antipasti composti da insalata di mare, gamberi gratinati, alici marinate, cozze a gratin, calamari ripieni. Come piatto principale un bel risotto ai frutti di mare, pappardelle agli scampi o degli spaghetti alle vongole. Per finire un bel dolce al limone. Un’ alternativa potrebbe essere però una cena a base di carne: salsiccia, bombette, fegatini cotti alla brace e un bel tagliere di salumi e formaggi pugliesi e per finire un bel dolce a base di cioccolato.

Facebook, Twitter, Google Plus: il tuo rapporto con i social network?

I social network sono importantissimi per entrare in contatto e confrontarsi con tanta gente.
Io ho sia un profilo Facebook che Twitter ed è divertente leggere i commenti non solo di chi mi conosce personalmente, ma anche di persone lontane e che proprio grazie ai social network diventano “amiche”.

Ingrediente segreto: piccolo consiglio ai lettori

L’ingrediente segreto è la positività e l’amore in tutto ciò che facciamo. Anche davanti alle difficoltà dobbiamo trovare la forza di andare avanti superando l’ ostacolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *