Come preparare un perfetto tiramisù

tiramisu

È uno dei dolci più cucinati e apprezzati della gloriosa tradizione italiana, un “sempreverde” celebre anche all’estero e molto apprezzato nei ristoranti di tutto il mondo: il tiramisù racchiude in sé tutta quell’eleganza e quella raffinatezza che la cucina della Penisola è capace di conferire ad un cibo, qualità unite a un sapore unico.

Andiamo a vedere allora qual è la ricetta migliore per preparare un perfetto tiramisù a casa nostra, in semplicità. La preparazione infatti non è semplicissima ma nemmeno esageratamente complessa, e per avere il nostro dolce pronto serviranno solamente una quarantina di minuti.

COME PREPARARE UN PERFETTO TIRAMISU: I PRIMI PASSAGGI

Per questa ricetta prenderemo in considerazione una quantità di ingredienti che ci consenta di dar forma ad un dolce con, all’incirca, otto porzioni. Gli ingredienti non sono di difficile reperibilità, anzi: saranno necessari 300 grammi di Savoiardi, 220 grammi di uova (circa quattro uova medie, ed è fondamentale che siano freschissime!), 500 grammi di mascarpone, 100 grammi di zucchero, 300 grammi di caffè già pronto e cacao amaro in polvere (q.b.).

Il punto di partenza per questa ricetta consiste nel separare gli albumi delle uova dai tuorli. In un primo luogo montiamo quindi i tuorli grazie all’utilizzo di fruste elettriche, e aggiungiamo gradualmente lo zucchero ma soltanto metà dose.

Quando il composto diventerà chiaro e spumoso al punto giusto, sarà allora il momento di aggiungere il mascarpone senza far cessare il lavoro delle fruste elettriche. Per arrivare a questo punto dovremo sapere – in precedenza – come preparare il mascarpone fatto in casa, e in questo modo l’avremo già al nostro fianco pronto per essere utilizzato. Anche l’aggiunta del mascarpone dovrà essere un processo graduale, al termine del quale dovremo aver ottenuto una crema densa e compatta.

Messo quindi da parte questo composto, potremo passare a concentrarci sugli albumi e montare quelli, dopo aver pulito a dovere le fruste. La pulizia è un passaggio molto importante, così come l’iniziale separazione tra i due componenti dell’uovo, poiché per montare gli albumi è fondamentale che non ci sia nemmeno il più piccolo residuo di tuorlo al loro interno.

Mentre montiamo gli albumi a neve, versiamo la restante parte di zucchero. A questo punto versiamo progressivamente, con molta calma e mescolando sempre bene, tutto il composto realizzato con gli albumi all’interno di quello realizzato con i tuorli.

LA RICETTA COMPLETA

Quando la miscela sarà pronta, ne prenderemo una cucchiaiata e la distribuiremo sul fondo di una pirofila (le cui dimensioni devono essere, all’incirca, di 30×20 cm). Successivamente inzuppiamo per pochi istanti i Savoiardi all’interno del caffè freddo – già zuccherato a nostro piacere – facendo attenzione a bagnarne entrambi i lati. Una volta imbevuti, li distribuiamo sulla crema ponendoli tutti nello stesso verso: ed ecco che avremo creato il primo strato del nostro tiramisù.

Ripetendo l’operazione più volte, alternando ovviamente stradi di crema al mascarpone con strati di Savoiardi, arriveremo ad avere il nostro tiramisù quasi completato. Quasi appunto, perché manca ancora l’ultima operazione: arrivati allo strato finale, assicuriamoci di lisciarne la superficie (così come abbiamo dovuto fare con tutti gli altri interni, sia ben inteso) e poi ricopriamola con una spolverata di cacao amaro in polvere.

In questo caso, la quantità è a nostra discrezione: deve essere una presenza sostanziosa sul nostro dolce, ma non eccessiva rischiando di coprire gli altri sapori. Terminato questo passaggio, lasciamo riposare il tiramisù in frigorifero per un paio d’ore, e sarà pronto per essere servito. Come abbiamo potuto osservare leggendo questa guida, si tratta di una ricetta sicuramente non proibitiva: prendiamoci il nostro tempo e il risultato sarà assicurato!

Biografia isan