Eva di “In Cucina da Eva”

Blog di cucina: come ti è nata questa idea?

Mi presento sono una studentessa di design, anzi direi una disoccupata che pur di non stare senza far nulla si è rimessa in gioco per aggiornarsi, nonostante ho 33 anni e ho conseguito la triennale nel 2004. Un’anno fa dopo tanti ripensamenti ho deciso di aprire il mio blog in seguito a dei problemi della mia pagina su facebook, anche se era una pagina abbastanza visitata, ed ho cambiato nome, personalizzando la mia pagina ed avvisando gli utenti. Ho iniziato ad agosto del 2011, e sinceramente non mi aspettavo tanto riscontro. Sono stata sopportata da tante amiche virtuali che mi hanno aiutato giorno dopo giorno a migliorare il mio piccolo diario di cucina, e a migliorare, anche se mi sento ogni giorno un’allieva in cerca di input per migliorare. Oltre a mettere il mio cuore in ogni ricetta ho cercato di impostare una grafica personalizzata, sia per le foto che per gli sfondi, peccato che alla fine ho modificato lo sfondo, perché era pesante, mi manca però almeno è più facile accedere ed è più leggero. Inoltre ho partecipato anche a dei concorsi nazionali di cucina e ne ho vinto anche uno, e ne sono stata felicissima, perché avevo aperto il blog da qualche mese.

Quali i requisiti per essere un buon sito di ricette?

Personalmente posso dire che un linguaggio semplice e delle spiegazioni chiare che permettono di capire meglio tutti i passaggi, ed inoltre delle belle foto, anche se non sempre mi vengono bellissime, perché non sono una fotografa, ma solo un’amante della fotografia.
Durante il mio percorso mi sono ispirata ad amiche blogger come Sonia, Debora, Daniela, Martina, Francesca, Marisa, Tina, Silvana ecc ce ne sono tantissime e bravissime, che se le nomino tutte ci metto un’anno, e che ringrazio di cuore tutte, perché ho avuto l’opportunità di avere anche delle belle amicizie virtuali.

Prova del cuoco: ci inviti tutti a cena

Dunque essendo abruzzese mi piacerebbe far provare qualcosa della mia terra, non ho un menù ben definito perché in base alle occasioni e agli ospiti vario il mio modo di cucinare. Sicuramente se ho ospiti di altre regioni non posso non far mangiare gli arrosticini!
Ma se devo fare un menù potrei dire:
antipasto misto di salumi tipici e formaggi e crostini qualche fiadoncino, un’assaggio di maccheroni alla chitarra, arrosticini e carne alla brace con contorno di patate, parrozzo e un bel centerba o un aurum. Diciamo un cenetta leggera!
Un piatto da preparare qualche giorno prima? Un dolce decorato in pasta di zucchero, per fare dei bei fiori ci vuole molto tempo, anche se sono ancora in fase di apprendimento.

Facebook, Twitter, Google Plus: il tuo rapporto con i social network?

Adoro i social network, mi hanno permesso di conoscere splendide persone, e di far conoscere una delle mie passioni, specie in un periodo di crisi, visto che non lavoro almeno imparo a fare qualcosa, anche se sinceramente preferirei lavorare, però anche comunicare con le persone e imparare a conoscerle può essere utile!

Ingrediente segreto: piccolo consiglio ai lettori

Tanta passione in tutto quello che si fa, e non sentirsi mai arrivati, perché come dice mia madre chi si loda si sbroda!

2 Commenti a Eva di “In Cucina da Eva”


  1. Notice: Only variables should be assigned by reference in /home/bloginta/www/ri20/wp-content/plugins/subscribe-to-comments/subscribe-to-comments.php on line 590
    Luca scrive:

    Agli arrosticini non si potrà mai dire di no! Sono abruzzese anche io e, quindi, sò bene cosa dico. 🙂

    E’ possibile sapere di dov’è Eva? Il viso mi sembra familiare…

    Un abbraccione.

    Luca


  2. Notice: Only variables should be assigned by reference in /home/bloginta/www/ri20/wp-content/plugins/subscribe-to-comments/subscribe-to-comments.php on line 590
    Cristina Usai scrive:

    adoro la cucina abruzzese… quando sei pronta per il “grande invito” fai un fischio! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *