Intervista a Silvia Rovelli di “Cuochi per Passione”

Blog di cucina: come ti è nata questa idea?

Fin da piccola ho vissuto molto la cucina, con le mie nonne e con mia madre, amavo stare con loro, sentire i profumi, assaggiare rubando dalle pentole e in seguito aiutandole a cucinare.
Non ho praticamente mai smesso, tranne il periodo dell’adolescenza, in cui gli interessi sono altri, di cucinare con passione e fantasia.
Dopo vari apprezzamenti in famiglia e dagli amici ho deciso di portare le mie ricette fuori dal pc e diffonderle, quindi ho creato il mio blog per tutti.

Quali i requisiti per essere un buon sito di ricette?

Di siti o blog di ricette ce ne sono moltissimi, quindi per distinguersi è necessario avere fotografie ben fatte, che catturino il pubblico prima con gli occhi e lo invoglino a provare le tue ricette.
Fondamentale è che il sito sia “leggero” e quindi facilmente navigabile, un sito che ci mette ore a caricarsi, scoraggia anche le migliori intenzioni!
Altra cosa molto importante è che le ricette devono essere chiare, avere dosi precise negli ingredienti ed essere collaudate, descrizione dei vari passaggi dettagliate, soprattutto se non riusciamo a fare foto passo passo.
Il sito deve essere a tema, solo ricette e consigli o pagine inerenti la cucina e l’alimentazione, no ai blog o siti dove tra una ricetta e l’altra si parla di moda, attualità o quant’altro.

Prova del cuoco: ci inviti tutti a cena

Amo cucinare quando ci sono tanti amici a cena, molti antipasti, anche finger food o sushi, una portata principale, un primo o un secondo molto dipende dai gusti di chi arriva , spesso anche piatti etnici come il cous cous o il tajine. Ovviamente non può mai mancare il dolce, siamo tutti golosi!
Una piatto che spero non mi chieda mai nessuno sono in assoluto le frattaglie e le interiora di qualsivoglia animale, non mi piacciono e non riuscirei mai a cucinarle

Facebook, Twitter, Google Plus: il tuo rapporto con i social network?

Oltre al mio blog, ho una pagina su Facebook, su Twitter, su Pinterest e su Google+, dove faccio parte anche di numerose community; trovo che i social network siano fondamentali per farsi conoscere, sia da altri foodblogger con cui condividere esperienze e ricette, sia da un pubblico di “novelli” cuochi che vogliono provare le nostre ricette.

Ingrediente segreto: piccolo consiglio ai lettori (tema libero)

L’unica cosa che mi sento di consigliare è di esser sempre se stessi in cucina, anche se riproducete una ricetta di altri, fatela vostra con varianti a vostro gusto e fantasia. Metteteci la passione perchè è fondamentale, vi riusciranno persino piatti che mai avreste pensato, cucinare non deve esser solo un dovere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *