Intervista a Raffaela di “Tavolo per 2”

Il suo sito:
Tavolo per 2
Intervista a Raffaela di “Tavolo per 2” - La foto
Blog di cucina: come ti è nata questa idea?

Nasco come web designer e cresco come un’amante del buon cibo! Quale connubio migliore? Viaggiare e scoprire i sapori del posto, mi rende felice. Cucinare mi rilassa e i racconti di gusto, cosi come amo definirli, mi affascinano… Spesso, in viaggio col mio personal trainer, ci siamo ritrovatate a confrontarci su ricette, piatti e posti da provare e anche da evitare! E allora perche’ non condividere le nostre esperienze? Perche’ non divertire con i nostri pareri spessi contrastanti? Ecco che nasce tavoloper2.com, blog di racconti enogastronomici a partire da due punti di vista differenti: una buon gustaia in carne, tendente al fritto, in viaggio con una buon gustaia personal trainer, tendente salutista! Tradizione culinaria e nuove frontiere, le ricette che diventano ricordi e la condivisione un sapore leggero e simpatico.
L’idea pare funzionare!

Quali i requisiti per essere un buon sito di ricette?

Sicuramente si alle ricette testate in prima persona, originali ma non a tutti i costi. Per noi la tradizione culinaria, ma non solo, e’ un valore da condividere e salvaguardare.
Diciamo sicuramente no, al riciclo di informazioni prese qui e li dal web e alle presenze commerciali non pienamente testate e condivise in prima persona.
Tutti i blog, piu’ o meno importanti, rappresentano un’occasione di confronto per fare meglio ma anche per non ripetere errori gia’ fatti da altri!

Prova del cuoco: ci inviti tutti a cena

Onnipresente il mix tra tradizione e innovazione.
Entree che osano e sperimentano
Antipasti che divertono e rivisitano
Primi piatti della tradizione
Secondi politicamente corretti
Il dolce appartiene all’ospite!
Vini in abbinamento

I commensali non dovrebbero chiedere il fritto per cena!

Facebook, Twitter, Google Plus: il tuo rapporto con i social network?

Che tu lo ami o lo odi, il social c’e’.
Una realta’ importante, non unica ma fondamentale. Non farne abuso appartiene al buon senso, non sbagliare appartiene all’esperienza.

Ingrediente segreto: piccolo consiglio ai lettori (tema libero)

Divertitevi, solo la passione lo consente.
Siate onesti “ca nisciun e’ fess!”.
Premiamo l’italiano.

2 Commenti a Intervista a Raffaela di “Tavolo per 2”

  1. luciana scrive:

    condivido pienamente l’opinione che la buona cucina non possa prescindere dalla tradizione e dai piatti che le nostre nonne preparavano e ancora preparano. questo nel rispetto del passato ma soprattutto perché ci è toccato in sorte di nascere in Italia, dove l’arte culinaria fa scuola da secoli. se fossimo stati anglossassoni, mah, avrei avuto qualche perplessità. non me ne vogliano Jamie Oliver (che pure ha pescato a piene mani dalla cucina mediterranea) e tutti gli anglossassoni, ma a loro, genericamente, riescono meglio altre cose. In cucina, saper coniugare l’innovazione alla tradizione poi, non è mestiere facile, si corre il rischio di eccedere soprattutto nell’innovazione, perdendo il gusto del passato o riducendo le quantità oltremisura (come hai trovato la carne? per caso, sotto una foglia di insalata).La vera innovazione è la semplicità e genuinità, per questo la combinazione di tavoloper2 mi sembra eccezionale, due buongustaie decise ad abbattere lo stereotipo che il cibo buono fa ingrassare (ad eccezione del ragù di mamma’…mammà non ti offendere) e a dire il vero sui presunti luoghi di culto(enogastronomie d’Italia) della ristorazione.

    • Raffaela scrive:

      Grazie Luciana, lieta di condividere gusto ed esperienze con chi come te riconosce nel cibo un valore da salvaguardare e per una volta, sperimentare senza esasperare!
      Passa a leggerci quando vuoi e intanto… buon anno e buona cucina!
      🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *