Margherita di “Una Riccia ai Fornelli”

Blog di cucina: come ti è nata questa idea?

Perché la cucina? Sin da ragazzina, mi piaceva osservare mia mamma alle prese con la preparazione dei piatti, e mi sono fatta insegnare i suoi metodi, svelare i suoi segreti, e ho imparato anche io a destreggiarmi in cucina. Poi, una volta andata via di casa, alla tavola dovevo pensarci da sola e quella che all’inizio era una necessità, si è rivelata una vera e propria passione. Ho cominciato a preparare cose nuove, a sperimentare, sono ancora all’inizio ma dai fornelli al web, dato anche il mio mestiere di giornalista, il passo è stato breve. Condividere questa passione attraverso un blog è stata la cosa più naturale del mondo.
Il mio blog è ancora giovanissimo, l’ho aperto da pochi mesi… spero che le mie ricette piacciano, spero di ricevere consigli e nuove idee per migliorare ogni giorno.

Quali i requisiti per essere un buon sito di ricette?

Intanto le foto: quando si apre una pagina internet, come una qualsiasi rivista, la prima cosa che attira lo sguardo sono i colori delle fotografie, a maggior ragione le immagini del cibo. Personalmente cerco, con quello che possiedo in casa, di fare foto quantomeno accettabili, e di renderle accattivanti con gli effetti.
E i testi non devono essere troppo lunghi: siamo nell’era della velocità, abbiamo sempre fretta (anche quando non ce n’è bisogno…) e anche la spiegazione della ricetta dev’essere essenziale e coincisa, ma senza predere di contenuto!
Infine il tipo di piatti proposti: nella mia esperienza di “cuoca” apprendista ho notato che la maggior parte dei foodblogger propone ricette semplici, che tutti noi possiamo realizzare a casa con ingredienti facilmente reperibili e senza l’ausilio di utensili troppo complicati o costosi.
A mio parere è questo ciò che rende più appetibile un blog. Se abbiamo in mente di preparare qualcosa di complesso e davvero particolare, meglio ci rivolgiamo ai siti o ai blog degli chef professionisti! 🙂

Prova del cuoco: ci inviti tutti a cena

Come dicevo prima, ciò che preferisco sono i piatti semplici. Ciò non significa “poveri” ma amo le ricette in cui ciascun ingrediente mantiene il suo sapore, e tutti insieme contribuiscono a formare il gusto. Non mi piacciono molto gli intingoli, o i piatti in cui le salse coprono tutti gli altri sapori.
La mia cena preferita prevede questo genere di pietanze: magari qualcosa con i funghi (ma senza panna se si tratta di un bel piatto di pappardelle), o un risotto profumato e fumante. Sicuramente non deve mancare la verdura, che amo cucinata in mille modi e presentata, perché no? come piatto principale, oppure in una bella sfoglia o come contorno ad un bel piattone di carne, preferibilmente di manzo.
Infine il dolce: amo i dolci allo yogurt, le crostate, le torte con la crema.
Cosa non vorrei mai cucinare? Pesce, e qualunque essere proveniente dal mare. Non lo mangio e quindi non lo maneggio. E’ un limite, lo so, ma chi di noi non ha le proprie idiosincrasie in cucina? 😉

Facebook, Twitter, Google Plus: il tuo rapporto con i social network?

Facebook è il mezzo che, per ora, utilizzo di più per promuovere la mia nuova dimensione di blogger. E’ il social che conosco meglio, quindi per me è stato naturale aprire un profilo come Riccia Ai Fornelli e creare una pagina legata al blog, Una Riccia ai Fornelli. Twitter e Google Plus ancora sono quasi dei misteri per me, ma credo che siano mezzi imprescindibili per farsi conoscere.

Ingrediente segreto: piccolo consiglio ai lettori (tema libero)

Sembrerà banale ma l’ingrediente segreto della mia cucina è… l’amore. Cucinare per mio marito, preparare una cenetta per gli amici o i miei genitori e mia sorella, sono le molle che mi spingono ad andare al di là del mero nutrimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *